MANGIARE IN LIGURIA - La Guida Internet ai ristoranti, agriturismi, pizzerie e trattorie della Liguria

PIZZA DELL'ANDREA - SARDENEA

Popolare in particolare ad Imperia, Diano Marina, Bordighera ed altri centri dell'imperiese.
Viene mangiata golosamente anche a S.Remo dove tuttavia è denominata "sardenea"
vale a dire pizza con sardine. La denominazione (pizza dell'Andrea) deriverebbe
dal fatto che sarebbe piaciuta assai ad Andrea Doria,
come noto originario proprio d'Oneglia (1466-1560).
Si trova in molti versioni: con le sarde fresche, con acciughe, pomodori, cipolle, basilico ed olive nere.


INGREDIENTI PER 6 PERSONE:

PER LA PASTA
600 grammi di farina
30 grammi di lievito di birra
4 cucchiaiate d'olio

sale, e acqua quanto basta.

PER IL CONDIMENTO
2 cipolline affettate
1/2 bicchiere d'olio
1 kg.di pomodori maturi
100 grammi di acciughe salate
2 foglie di basilico
2 spicchi d'aglio (facoltativo)
una dozzina di olive nere in salamoia (o un cucchiaio di capperi).

Mettere la farina sulla spianatoia, impastatela con il lievito sciolto in circa un bicchiere
d'acqua tiepida, l'olio e il sale. Lavorate bene la pasta per almeno un quarto d'ora,
poi raccoglietela a palla, ricopritela con un tovagliolo e lasciatela lievitare in luogo tiepido
per 2 ore abbondanti. Intanto soffriggere a fuoco basso in una casseruolina le cipolle
con l'olio; appena il soffritto comincerà a prendere colore, unire i pomodori pelati,
tagliati a pezzi e privati dei semi. Fate cuocere a fuoco vivo per circa mezz'ora fino a
quando l'acqua dei pomodori sarà tutta evaporata. Lavate le acciughe, diliscatele e
tritatele, poi aggiungetele alla salsa di pomodoro, aggiustate di sale e lasciate
insaporire per pochi minuti. In una larga teglia unta d'olio stendete la pasta dello spessore
di circa 1 cm, pigiandola con le dita unte d'olio. Versate sulla pasta il condimento
raffreddato, le foglie di basilico, le olive nere (o i capperi), l'aglio tagliato a fettine
e un filo d'olio. Passate in forno già caldo (240°) per circa mezz'ora,
fino a quando la pizza sarà ben dorata e croccante.


Torna alle Ricette liguri