Aprile 2021: gli eventi da non perdere

Le manifestazioni e le date elencate rivestono carattere esclusivamente indicativo. Le stesse potranno essere rimandate ad altre date, sostituite, soppresse o integrate. Nessuna responsabiltà è attribuibile a MangiareinLiguria.it in caso di variazioni.

Per segnalarci un Evento in Liguria contattaci su info@mangiareinliguria.it comunicandoci data, luogo, descrizione con tutti i riferimenti utili dell'Ente organizzatore.

Progetto "Museo Senior", il Museo virtuale delle Storie in Ceramica - Foto Museosenior.it

Clicca la località di tuo interesse:
Provincia di GenovaProvincia della SpeziaProvincia di SavonaProvincia di Imperia


APPUNTAMENTI A GENOVA E PROVINCIA

Territorio della provincia di Genova

ATTENZIONE:
COVID-19, la Liguria è in Zona Arancione

Per visualizzare le FAQ, relative alle disposizioni settoriali delle aree (area bianca, area gialla, area arancione, area rossa) clicca qui
Per rimanere aggiornato sulle ordinanze della Regione Liguria clicca qui
Per informazioni su come prenotare il tuo vaccino anti Covid clicca qui

Sabato 10 e domenica 11 aprile 2021
Visite guidate e trekking per il weekend all’aria aperta

Appuntamenti di Sabato 10 Aprile 2021
La Pro Loco di Apparizione dà appuntamento con Alba al Fasce, ascesa alla cima del Monte Fasce in compagnia della trail runner Silvia Venzano. L’appuntamento è alle ore 5.30 presso il piazzale del Monte Moro, con rientro previsto verso le ore 10 in piazza Canepa ad Apparizione. Per iscriversi: sport@prolocoapparizione.it o 391 3262123.
L’associazione Fare Trekking Genova organizza una gita ad Alpesisa e Canate, con ritrovo a San Martino di Struppa alle 9.30: un percorso che passa da Canate di Marsiglia, villaggio abbandonato.
Con ritrovo alle 9.30 al porticciolo di Nervi, si può partecipare all’escursione guidata alla “Valletta di Nervi e Sant’Ilario”, dedicata all’appartata valletta del Torrente Nervi, tra innumerevoli cascatelle, laghetti, sorgenti, castagneti, intricati boschi misti e le prime fioriture primaverili. Lungo il percorso si incontra una colonna infame, gli edifici dei vecchi molini e soprattutto i rivi che scendono dal versante del monte Fasce con le loro cascatelle e i loro numerosissimi laghetti.
Trekking mineralogico-naturalistico tra il Monte Gazzo, Monte Spassoja, Monte Contessa a Genova. Partenza alle ore 10 da Sestri Ponente. Prenotazione obbligatoria al numero 348 0906206
Per chi vuole camminare in città, ecco che alle 14.30 parte il tour fotografico a Castello Coppedè a Quarto: si potrà visitare il parco che circonda il Castello, attraverso il giardino, la terrazza e il gazebo; poi si potrà ammirare gli interni, dalla sala del Camino fino al terrazzo da cui si gode di una vista mozzafiato. Altra visita pomeridiana, organizzata da Explora Tour, è dedicata alla scoperta delle “Antiche Botteghe”: incontro alle 16 al Maddalive della Maddalena e poi partenza per un tour che ripercorre le tradizioni della città attraverso locali storici.
Dalle 9.30 alle 12, “Coastering Camp“, attività per ragazzi dai 13 anni in su, nell’Area marina protetta di Portofino tra Niasca e Paraggi. Si esplora la scogliera tra le rocce e a riconoscendo le specie della zona del litorale, tra tuffi, nuoto e arrampicata. Informazioni e prenotazioni: 334-3290804.

Appuntamenti di Domenica 11 Aprile 2021
My Trekking propone un’escursione guidata all’anello di Sambuco, con partenza alle 9 alle spalle di Voltri per un lungo un tracciato che da Sambuco porta all’Alta Via e al monte Reixa. Lungo il percorso si incontreranno ruscelli, rifugi e ripari e potremo ammirare bellissimi panorami su tutta Genova e la riviera.
Partenza alle 9.30 dalla stazione funicolare del Righi per l’escursione dedicata ai “Lupi sui monti di Genova”. Le guide Davide Costa e Paolo Rossi, porteranno sulle tracce del grande predatore, che a volte scende verso la città arrivando sui crinali dei Forti genovesi: sarà un percorso ad anello tra la funicolare e forte Sperone. Whatsapp 393465224718
Ci si trova alle 9.30 a Pieve Alta, nel golfo Paradiso, per l’escursione organizzata dall’associazione “Muoversi nella natura”, con tracciato fino Santuario di Santa Croce, dove poi si continuerà su qualche ulteriore tratto per godere al meglio dei panorami che il luogo offre.
Dalle 14 alle 18.30, al Parco Naturale Regionale di Portofino l’incontro di Forest Bathing dal titolo Il risveglio dei sensi per una totale connessione con la Natura. Ritrovo alle ore 13.30 nei pressi dell’ingresso del Parco di Portofino Vetta, per inizio ore 14. Prenotazione obbligatoria al +39 347 330 2664 o info@goandply.com
A Parco Durazzo Pallavicini, alle 10 partenza per la visita sui significati esoterici del parco, in compagnia della direttrice del parco, Silvana Ghigino: si potrà scoprire il percorso iniziatico con le simbologie esoterico-massoniche nascoste.
Per chi vuole stare in centro, ci si può trovare alle 10 in piazza della Meridiana per la visita guidata “Arte contemporanea nei vicoli di Genova”, un nuovo tour nel cuore della città alla scoperta di stencil, poster, sticker, spray di artisti internazionali di passaggio a Genova e dei più noti esponenti della Street Art locale streetartguides@libero.it oppure whatsapp 3386391117.

Martedì 13 aprile 2021
La #PROTESTALIGURE non si ferma

#PROTESTALIGURE scende di nuovo in campo per il proprio diritto al lavoro, stavolta in piazza a Roma unendosi alla protesta nazionale.
Per maggiori informazioni: www.facebook.com/groups/404077014225310

Fino a giovedì 15 aprile 2021
Val D’Aveto: il ritorno dei cavalli selvaggi

Compatibilmente con le norme anti Covid-19, tornano fino al 15 aprile le escursioni nel Parco dell’Aveto dedicate all’avvistamento della mandria di cavalli selvaggi, che da anni vivono nell’area protetta.
Appuntamenti unici per conoscere questo fantastico territorio e immergersi in un’esperienza unica. Evelina Isola, che ha inventato il Wildhorsewatching conferma che i protagonisti di questa avventura sono pronti ad accogliere gli appassionati: “Durante l’inverno sono stata spesso a controllare le condizioni degli animali, che sono in ottima forma e si sono adeguati anche alle forti nevicate che ci sono state durante i mesi di dicembre e gennaio. Per quanto riguarda le giornate che abbiamo fissato, data la situazione pandemica, consiglio a tutti di seguire il nostro sito e il profilo facebook che aggiorniamo continuamente”. “I cavalli selvaggi nel Parco dell’Aveto – continua Isola – sono l’eredità di cavalli domestici che hanno lavorato nelle vallate per molti anni. Da quando l’ultimo proprietario è morto, circa 25 anni fa, sono rimasti soli allo stato selvaggio e, riproducendosi liberamente, il loro numero è aumentato. Dai 10 capi iniziali oggi sono circa 80 e le nuove generazioni non hanno mai avuto rapporti con l’uomo. La loro vita ed il loro comportamento sono identificabili con quelli dei cavalli selvaggi d’America e di Mongolia».
Le altre date di aprile sono: 4, 8, 15 aprile.
Maggiori info su www.icavalliselvaggidellaveto.com

Un modo nuovo per scoprire Genova: in bicicletta

Mobilità combinata, ascensori, funicolari. Bici elettriche a pedalata assistita e corsie ciclabili: girare in bici a Genova non è più un problema, anzi, la bicicletta è un nuovo modo per scoprire la città di Cristoforo Colombo.
Ecco qualche idea:
Con l’Ascensore di Castelletto, si arriva tranquillamente in Spianata, da cui il panorama è eccezionale. Da lì si prosegue nella cornice più alta della città, tra corso Firenze, Corso Magenta fino a Piazza Manin, tra i parchi, le ville e gli splendidi palazzi che la borghesia genovese costruì alla fine dell’ottocento.
Altra bella tappa:
dalla stazione Principe, con l’ascensore di Montegalletto, si arriva davanti al bellissimo Castello d’Albertis, Museo delle culture del mondo. Da lì in poi è tutta discesa: in corso Dogali si passa anche davanti alla casa dove nacque Eugenio Montale.
Se preferite il mare, eccovi serviti:
da Piazzale Kennedy potete seguire le corsie ciclabili che vi condurranno tranquillamente al bellissimo borgo di Boccadasse e ritorno.
Se sono i vicoli che vi interessano ecco il percorso giusto per voi:
si parte da Calata Mandraccio, sotto al Bigo e a due passi dalla “bolla” di Renzo Piano e dal Museo del Mare, si passa sotto le antiche gru di Calata Molo Vecchio, a due metri dal mare, si risale per antiche creuze verso Sarzano, poi uno spuntino vegan in via Ravecca, piazza De Ferrari, le “Strade Nuove”, Garibaldi e Cairoli, fino ad arrivare nella via del Campo di Fabrizio De André e tornare davanti all’Acquario, al Porto Antico.

Il trenino di Casella inaugura l’orario estivo

Si parte dal cuore della city, in piazza Manin a Genova, tra i quartieri di Castelletto e Marassi, e si arriva nella campagna della Valle Scrivia. Il tutto a bordo di un trenino famosissimo: quello di Casella, che è un pezzo di storia delle ferrovie, per un percorso unico con binari che si inerpicano sulle colline con pendenze del 45 per mille, non molto diverse da quelle del celebre treno delle Ande Peruviane. Ora sulla Genova Casella torna una fermata è tornata una fermata importante, quella di Crocetta d’Orero.
Gestita da Amt, la celebre ferrovia, che ha pochi uguali su tratte urbane, adesso si è arricchita di una nuova fermata con recupero della stazioncina di Crocetta d’Orero, che negli anni era stata trascurata e che è stata riaperta in coincidenza con il nuovo orario estivo. Una novità che porta a 20 il numero complessivo di stazioni funzionanti. Inoltre, grazie al progetto Trenò, la fermata di Crocetta d’Orero verrà arricchita nelle prossime settimane dalla realizzazione del nuovo Museo della Ferrovia. Le due stazioni oggi accorpate nell’unica denominazione Canova/Crocetta ritrovano la loro identità originale e verranno sdoppiate. Partendo da Genova per Casella, una volta effettuata la fermata di Niusci, il trenino troverà sul suo percorso prima Crocetta d’Orero, poi Canova e infine Casella. L’itinerario della ferrovia si inserisce perfettamente nel carattere dell’Appennino genovese: alle porte della città, con un suggestivo paesaggio che pur con le caratteristiche della linea di montagna mantiene a lungo i passeggeri con la vista sul mare. Dopo il fischio del capostazione, il binario si inerpica subito a mezza costa sulla sponda destra del Bisagno. In questo primo tratto seduti scomodamente sulle carrozze bell’epoque si può godere di un panorama che spazia fino al promontorio di Portofino. Si giunge alla galleria Trensasco, a circa 370 metri di altitudine, e sti attraversa il confine tra la Val Bisagno e la Valpolcevera. Il treno sbuffa ancora e si giunge alla stazione di Sardorella, immersa tra i castagni. Poi si risale a Sant’Olcese, tappa gastronomica ideale per gli appassionati del rinomato salame. Poi i vagoni continuano a zigzagare fra i prati di Busalletta, sfiorando i Roccioni di Molinetti, salendo ancora lievemente fino al valico di Crocetta che immette in Valle Scrivia. Si parte da una quota di 93 metri e si arriva ai 410 di Casella, mentre il punto più alto di Crocetta si trova a 458 metri. I vagoni e le locomotive rappresentano un pezzo di storia ferroviaria: oltre ai treni di nuova costruzione ne circolano altri acquistati da celebri ferrovie soppresse come la Ora-Predazzo e la Spoleto Norcia.
Per visualizzare il nuovo orario estivo CLICCA QUI

A Portofino c’è un giardino sott’acqua

Quando non stupisce per il suo ambiente e la sua natura, la Liguria sa farlo per i progetti ad essa collegati. È il caso di “Portofino Seaweed Garden”, il progetto di Outdoor Portofino che punta a realizzare un vero giardino di alghe nell’Area Marina Protetta di Portofino in cui ripristinare la Cystoseira, alga importantissima per la biodiversità marina, la produzione di ossigeno e la lotta al cambiamento climatico. Il progetto è appena passato alla fase finale per ottenere il sostegno di EOCA, l’associazione europea di conservazione outdoor, selezionato tra più di 250 progetti internazionali, unico italiano tra i 18 finalisti. Per l’esito finale occorre attendere l’esito della consultazione online. Si potrà votare fino al 9 aprile 2021 a questo link: www.eocaconservation.org
Il bello di questo progetto è che coinvolge i molti appassionati del mare e gli amanti degli sport all’aria aperta: saranno loro i veri custodi e giardinieri di alghe. Utilizzando kayak, Sup o semplicemente con lo snorkelling o il coasteering – cioè i percorsi, a metà tra il trekking e l’immersione, nella zona del litorale dove si incontrano mare e roccia – i volontari aiuteranno Outdoor Portofino a trapiantare, monitorare e coltivare le piccole piante di Cystoseira in una zona di 89 ettari.

Fioriscono le camelie a Villa Pallavicini
Visite guidate per la fioritura del Camelieto storico

Delicate corolle fiorite di malinconia. Petali purpurei portati via dal vento ancora freddo di fine inverno. La fioritura delle camelie ci immerge in un romanzo di fine ‘800, carico di amori e passioni. Il Camelieto storico nel Parco di Villa Durazzo Pallavicini a Genova Pegli, il più grande e più antico d’Italia, alla fine di febbraio si trasforma in un luogo magico, punteggiato di fiori bianchi, rosa accesi e rossi, dove sognare di incontrare Margherita Gautier, la “La Dame aux camélias”, “La signora delle camelie” di Alexandre Dumas figlio (1848) e sentirsi immersi un po’ nell’atmosfera del romanzo. Il 20 e 21 febbraio 2021 ci sarà l’apertura straordinaria con visite guidate alla fioritura del Camelieto storico e dal 27 febbraio il Parco di Villa Durazzo Pallavicini aprirà ufficialmente i cancelli della stagione 2021.
Si potrà prenotare un ingresso individuale o una visita condotta dalla Direttrice di Villa Pallavicini, l‘Arch. Silvana Ghigino che si terrà tutti i week end dalle 14.30 fino al 28 marzo (ultima visita speciale il 5 aprile, il giorno di Pasquetta). La visita vi porterà alla scoperta della storia, della coltura e degli aneddoti legati a questo straordinario fiore: dalle camelie del Giardino di Flora allo splendido esemplare di Camellia japonica “Rubra simplex” che troneggia al di sopra del Lago Grande. La visita permetterà anche di vedere il Tempio di Flora finalmente restaurato (quasi conclusi invece i lavori alla Tribuna Gotica e al Ponte Romano), parte del grande progetto scenografico che Ignazio Pallavicini e Michele Canzio studiarono per la villa.
Ingressi visitatori in autonomia:
tutti i giorni (lunedì escluso) h.10 -18 ultimo ingresso h.16
Visite guidate:
tutti i week end fino al 28 marzo + 5 aprile
si svolgeranno in totale sicurezza e nei limiti prestabiliti dal nuovo dpcm e dalle regole di sicurezza sanitaria
Visita al camelieto storico nella sua fioritura:
ore 14.30 – durata 2 ore
20€/10€ (adulti/giovani 7-18 anni accompagnati da un maggiorenne)
prenotazione obbligatoria: info@villadurazzopallavicini.it
393 8830842 / 010 8531544
Info: villadurazzopallavicini.it

Tra segno e colore: visita virtuale alla mostra

Un tour virtuale nella bellezza, nella cultura e anche un po’ alla scoperta di Genova. E’ il senso di “Tra segno e colore”, visita guidata on line alla mostra con le opere di diciassette artisti ad accompagnare il pubblico in un viaggio alla scoperta del panorama artistico contemporaneo tra il figurativo e l’informale. Allestita nella Biblioteca Universitaria di Genova, chiusa a causa delle restrizioni introdotte per l’emergenza Covid-19, “Tra segno e colore” è oggi fruibile gratuitamente sui canali Facebook e YouTube di EventidAmare e della Biblioteca Universitaria. Video tour: https://youtu.be/TTHbkbEuFx0

Via al gemellaggio tra Lanterna e Statua della Libertà

Presto il simbolo di Genova, la Lanterna, e il simbolo di New York, la Statua della Libertà, saranno unite da un gemellaggio. Un gemellaggio ideale che diverrà presto anche effettivo, quello tra l’antico faro di Genova (datato 1128), l’ultimo simbolo d’Italia per i migranti che partivano, e la Statua della Libertà (inaugurata nel 1886), la prima immagine che accendeva le speranze di chi arrivava in America. L’idea nacque dopo l’inaugurazione della navetta che collega il Galata Museo del Mare alla Lanterna e ha ottenuto recentemente l’avvallo dello stato federale di New York con l’avvio della sottoscrizione del protocollo d’intesa tra il Mu.Ma e il museo di Ellis Island. Oltre ai due simboli, infatti, il gemellaggio si concretizzerà entro la fine dell’anno anche tra due musei, il Museo Nazionale dell’Emigrazione che nascerà a breve alla Commenda di Prè e il Museo dell’immigrazione di Ellis Island che sorge proprio ai piedi della Statua della Libertà, con i primi eventi congiunti già nella primavera 2021. Sarà un’ottima occasione per promuovere Genova e la Liguria nel mondo, attirando la grande comunità di italiani in America.

Tour virtuale 3D della Lanterna di Genova

La Lanterna, il faro simbolo di Genova apre al mondo con il suo tour 3D sul web. Sul sito www.lanternadigenova.it/tour-virtuale-3d è possibile fare una visita dell’intero complesso monumentale e dell’Open Air Museum, per poi venire fisicamente a visitare il monumento quando il virus sarà stato sconfitto. Il tour, seppur virtuale, rappresenta l’esperienza straordinaria di una visita ad un museo “vivente”: la Lanterna è antichissima ma è tuttora in attività. Il parco si sviluppa tra le mura del seicento e la Porta Nuova, antico accesso a Genova, con un panorama fantastico sulla febbrile attività del porto di Genova, per poi arrivare al Museo della Lanterna, che racconta la storia del faro di Genova, dalla sua costruzione (datata 1128, tra i più antichi d’Europa) ai vari fanali utilizzati negli anni, fino ai gradini che portano alla terrazza da cui la vista spazia dal mare alla città. Nonostante l’età, la Lanterna è attivissima sui social network: sulla sua pagina facebook si trovano spesso dirette facebook e le immagini della webcam, mentre un calendario specifico definisce le varie colorazioni del monumento per rendere omaggio a eventi e giornate internazionali.

Virtual Ghost Tour Genova

Tempo di Covid, ma resta la voglia di conoscere Genova con le sue leggende, le sue piazzette e i suoi racconti. Così parte on line un itinerario unico e originale tra i luoghi della città antica legati indissolubilmente a storie di fantasmi. Grazie alle audioguide illustrate, pubblicate sul web, si potranno seguire 9 capitoli con altrettante leggende: quella sul Chiostro di Sant’Andrea, i Giardini Baltimora con “La Vecchina fantasma di Vico dei Librai”, piazza di Santa Maria in Passione e “La misteriosa dama nera”, la chiesa di San Donato con il “Fantasma dal mantello di porpora”, piazza Banchi e “la strega Caterina”, piazza dell’Amor Perfetto con “Tommasina Spinola”, piazza San Matteo e “Il fantasma di Branca Doria”, il Teatro Carlo Felice e “Leila Carbone, fantasma dell’Opera”, per finire con Palazzo Ducale e il “Fantasma di Paganini”. Sito web: https://izi.travel

Museo Marinaro di Camogli: nuovo sito web

Nuova veste grafica per il sito web del Museo Marinaro “Gio Bono Ferrari” di Camogli. Un nuovo look grafico con contenuti accattivanti e attrattivi per tutti con particolare attenzione anche per il pubblico più giovanile. Tra le novità, infatti, i bambini potranno esplorare virtualmente il museo accompagnati dalla mascotte Batta. Un sito web che vuole “pescare” cittadini, turisti e scuole per avvicinarli a un importante pezzo di storia, passata e presente, della Città dei Mille Bianchi Velieri. Numerosi e importanti cimeli e documenti, donati da famiglie camogliesi nel corso degli anni, impreziosiscono il Museo Marinaro, e la visita virtuale, ricca di interessanti sezioni da visitare, permette di stimolare la curiosità e approfondire l’interesse per gli aspetti storici della vita marinara, e non solo: Garibaldi e la spedizione dei Mille, l’isola di Tristan da Cunha, gli antichi strumenti nautici in uso nei secoli scorsi. Visita il sito: https://museomarinaro.it


APPUNTAMENTI A LA SPEZIA E PROVINCIA

cartina territorio spezzino

ATTENZIONE:
COVID-19, la Liguria torna in Zona Arancione

Per visualizzare le FAQ, relative alle disposizioni settoriali delle aree (area bianca, area gialla, area arancione, area rossa) clicca qui
Per rimanere aggiornato sulle ordinanze della Regione Liguria clicca qui
Per informazioni su come prenotare il tuo vaccino anti Covid clicca qui

2021: tanti eventi per l’anno di Dante
Eventi a La Spezia e provincia nell’anno che ricorda la morte del grande poeta

Il 2021 è l’anno del settecentesimo anniversario della morte di Dante Alighieri. La Spezia con la sua provincia saranno protagoniste delle celebrazioni con tante iniziative, come l’adesione al progetto “Le vie di Dante” con i comuni di Sarzana, Castelnuovo, Fosdinovo, in cui saranno molte le mostre, i convegni, gli incontri, le presentazioni e le rievocazioni, a cominciare dalla famosa “Pace di Dante” del 1306, quando proprio l’autore della Divina Commedia fu tra i protagonisti della pace tra i Malaspina e i vescovi di Luni. In programma la creazione di una rete dei luoghi danteschi lunigianesi mentre il prossimo “Festival della Mente” a Sarzana dal 3 settembre 2021 sarà dedicato a Dante.
Alla Spezia, in data da determinare causa Covid, si terrà la rassegna cinematografica Dante ed il Cinema, ciclo di 4 incontri, dei quali 3 con la proiezione di filmati inediti danteschi.
Dal 23 al 25 giugno al Palco della Musica della Spezia declamazione di brani Danteschi da parte di poeti e artisti e semplici cittadini. Il 6 ottobre, a Sarzana, cerimonia ufficiale di conferimento della cittadinanza benemerita a Dante Alighieri. Il 9 ottobre nel comune di Ameglia, presso il Monastero del Corvo, di scena “Dante poeta d’amore. La Vita nova e le Rime”. Anche Castelnuovo Magra farà la sua parte con un libro tattile di tessuto, componibile, avente come tema la Pace di Dante.

Virtual Tour di Porto Venere, Cinque Terre e Isole

Approdi, insediamenti, sentieri e percorsi, straordinari terrazzamenti, muri a secco e testimonianze rurali e dell’uomo: un territorio unico, Patrimonio UNESCO dal 1997. E’ online il Virtual Tour del Sito UNESCO “Porto Venere, Cinque Terre e Isole (Palmaria, Tino e Tinetto)”, realizzato dall’Ufficio del sito e a cura della società IKON S.R.L. con il progetto “Gestione integrata dei valori, degli attributi e dei rischi del paesaggio del sito UNESCO di Porto Venere, Cinque Terre e le Isole (Palmaria, Tino e Tinetto)”, finanziato ai sensi della L. 77/2006. Si possono visitare da casa le principali località, le isole, i porti, le calette immerse nel blu del mare attraverso il sito virtualtour.portovenerecinqueterreisole.com

Come esplorare piante e animali delle Cinque Terre da casa

Volete esplorare il Parco delle Cinque Terre? Imparare quali sono le piante, le erbe e gli animali selvatici che lo abitano? Da oggi è possibile farlo anche da casa durante l’emergenza coronavirus per poi sperimentare ciò che si è imparato sul campo quando sarà di nuovo possibile uscire tranquillamente di casa. Dalla piattaforma iNaturalist e dal Parco Nazionale delle Cinque Terre arriva un’idea nuova per esplorare il parco e conoscere la sua flora e fauna anche da casa bloccati a causa dell’emergenza coronavirus. iNaturalist, social network di naturalisti, cittadini scienziati e biologi, offre a tutti la possibilità di esplorare alcune tra le principali specie viventi, animali e vegetali presenti sul territorio del Parco, con una lista continuamente aggiornata derivante dalle osservazioni fatte nel tempo dagli utenti nel parco. La sezione è visitabile al seguente link: www.parconazionale5terre.it


APPUNTAMENTI A SAVONA E PROVINCIA

Provincia di Savona

ATTENZIONE:
COVID-19, la Liguria torna in Zona Arancione

Per visualizzare le FAQ, relative alle disposizioni settoriali delle aree (area bianca, area gialla, area arancione, area rossa) clicca qui
Per rimanere aggiornato sulle ordinanze della Regione Liguria clicca qui
Per informazioni su come prenotare il tuo vaccino anti Covid clicca qui

Museo Virtuale della ceramica di Savona

Da Storie in Ceramica, importante mostra sulla storia della ceramica in provincia di Savona, è nato progetto Museo Senior, il Museo virtuale delle Storie in Ceramica che coinvolge quattro musei in provincia di Savona: il Museo della Ceramica di Savona, il MuDA – Museo Diffuso di Albissola Marina, il Museo Civico Manlio Trucco di Albisola Superiore e il Museo Civico di Villa Groppallo di Vado Ligure.
Nel museo virtuale si potranno scoprire tutte le storie legate alla ceramica arrivate fino a oggi: racconti di famiglia, ricordi, esperienze personali raccontate dagli utenti: ogni oggetto ha una storia da raccontare. Sito web: www.museosenior.it

Tour virtuale della Colonia Bergamasca di Celle Ligure

La Colonia Bergamasca di Celle Ligure fu edificata a fine 1800 sulla panoramica punta dell’Olmo come colonia balneare ed elioterapia per i bimbini del bergamasco e fu poi utilizzata come ospedale di guerra e addirittura come campo di concentramento dopo l’8 settembre 1943. Gli edifici ora verranno demoliti per lasciare spazio a hotel di lusso. Sono molti i ricordi legati a questo luogo, sia dei cellesi che di chi la visitò dalla Lombardia. Memorie che si vogliono conservare oggi attraverso i media, prima con una pagina facebook dedicata e ora anche con un progetto e tour virtuale realizzato appena prima che il complesso venisse demolito. Sito web: www.coloniebergamasche.com

Castel Gavone ricostruito in 3D

Sul sito MUDIF Museo Diffuso del Finale c’è una ricostruzione 3D di Castel Gavone, importante dimora fortificata dei marchesi Del Carretto nel Finalese. Realizzata nell’ambito del progetto per la creazione del Museo Diffuso del Finale, il video premette di visitare questo monumento da casa in emergenza coronavirus e di rivivere le vicende storiche del castello attraverso la sequenza delle immagini, partendo dalla fantomatica “caminata” marchionale di XII secolo, nota soltanto dalle fonti scritte, fino a tracciarne gli ampliamenti e, infine, alla distruzione genovese del 1715. Sito web: www.mudifinale.com


APPUNTAMENTI A IMPERIA E PROVINCIA

Provincia di Imperia

ATTENZIONE:
COVID-19, la Liguria torna in Zona Arancione

Per visualizzare le FAQ, relative alle disposizioni settoriali delle aree (area bianca, area gialla, area arancione, area rossa) clicca qui
Per rimanere aggiornato sulle ordinanze della Regione Liguria clicca qui
Per informazioni su come prenotare il tuo vaccino anti Covid clicca qui

36º Rally di Sanremo Storico – 35ª Coppa dei Fiori

L’appuntamento è da mercoledì 7 a domenica 11 aprile 2021, quando la Liguria sarà protagonista di un evento sportivo leggendario come il Rally di Sanremo. L’evento, immancabile per gli appassionati delle corse, è impreziosito quest’anno dall’allure internazionale essendo, per la prima volta nella sua storia, inserito nell’ambito del Campionato Europeo Rally Auto Storiche. Il programma delle gare è molto ricco, basato su quattro diverse competizioni: oltre al Rally di Sanremo, ci saranno quello Storico, il Rally delle Palme e la Coppa dei Fiori. Un poker per chi ama il genere e vuole vedere all’opera – rigorosamente in diretta tv – i grandi campioni internazionali.
Maggiori info su https://rallyesanremo.com

Triora e i suoi segreti: la storia del borgo online

Triora e i suoi segreti è una serie di interviste con esperti di storia locale e stiudiosi d’arte, antropologia e cultura materiale studiate per far conoscere la storia di Triora, il famoso borgo delle streghe. Tutti i contributi saranno disponibili alla pagina Triora da Scoprire

Virtual tour a San Lorenzo al Mare

Un virtual tour per promuovere il mare, il clima e l’atmosfera unica di San Lorenzo al Mare. Lo staff dell’Ing. Joska Melzian Di Lionardo, ha montato le riprese realizzate il lunedì 16 novembre 2020, durante una splendida giornata di sole, quando a San Lorenzo sembrava estate. Le scene sono 12, con una la panoramica finale, effettuate a circa 20 metri di altezza sul livello del mare. Dalle spiagge e fino al centro del paese, con la vita del borgo che prosegue tranquilla. Ecco il link: www.bit.ly/virtualSL

Trekking virtuale nel ponente ligure con Liguria Wow

Un progetto che ha messo su Google Maps e Street View i sentieri della provincia di Imperia. Tutto è iniziato nel 2016 quando l’Associazione Culturale Wepesto aderisce al progetto e chiede all’associazione di guide Ponente Experience di aiutare a mappare il territorio. I volontari iniziano la mappatura di circa 100 km di sentieri da Ventimiglia fino al Monte Saccarello, la vetta più alta della Liguria, per poi ridiscendere sul mare a Cervo. Il percorso principale viene successivamente arricchito con altri 200 km di borghi e sentieri del Ponente Ligure, sconfinando in Francia, Piemonte e nella Provincia di Savona. A gennaio 2020 i sentieri tracciati sono stati in totale di 500 km. Il progetto ha il Patrocinio gratuito del Parco Alpi Liguri. Web site: https://liguriawow.it