Prodotti tipici & Ricette nell’Imperiese

Pizza dell'Andrea Sardenea
Sardenæa, la Pizza dell'Andrea o Piscialandrea

GASTRONOMIA E PRODOTTI TIPICI DELLA RIVIERA DI FIORI

C’è un grande rispetto nella Riviera dei Fiori per la tradizione in cucina. Non è cambiata la Piscialandrea, la pizza che Imperia dedicò ad Andrea Doria. Non si cambiano i ripieni inventati dalla nonna: zucchine, cipolle, peperoni, melanzane, pomodori, fiori di zucca sono riempiti ancora oggi con un delizioso impasto di zucchine, patate, cipolla soffritta, uova e parmigiano grattuggiato, cipolla basilico e maggiorana. Famose le acciughe ripiene. Nel forno a legna si fanno le Curunete, corone di patatine infilzate su un filo. Il coniglio alla paesana si fa nelle pentole di coccio. Si cucina il pesce fresco del golfo: spada, tonno, orate e il Rundanin. Anche per le famose torte verdi (di verdure) ognuno ha la sua specialità. A Pigna, nell’Alta Val Nervia, fanno un tortino di patate con il purè racchiuso in due strati di pasta sfoglia.

Ecco infine le erbe aromatiche, spontanee o coltivate, che si trovano tutto l’anno: timo, maggiorana, origano, basilico, prezzemolo, alloro. Sono loro il segreto di piatti inimitabili. Come il Barbagiuai di Apricale, prelibate frittelle di ricotta alle erbe, con riso e zucchine. O il Cundiun di Bordighera Alta, una grande insalata mista in cui, insieme alle gallette del marinaio spalmate di aglio, sono determinanti le foglie fresche di origano, timo e basilico per esaltare i diversi sapori all’insegna dell’olio extravergine d’oliva.

A esaltare i sapori ecco i tradizionali Vini delle colline dietro il mare:
il Vermentino, bianco delicato e fragrante, di Diano Castello. Il Pigato, bianco leggermente amarognolo mandorlato, delle vigne di Ranzo e Pieve di Teco. L’Ormeasco, celebre rosso, asciutto e corposocon la sua versione più leggera lo Sciacchetrà, dei vitigni di Pornassio. Il Rossese di Dolceacqua, vino DOC, secco e delicato, di un leggero color rubino, bevibile con tutti i piatti.

Per secoli la produzione dell’Olio fu l’unica vera ricchezza del luogo:
un olio trasparente e leggero, dal bouquet delicato e morbido, di ridottissima acidità, il più adatto per accompagnare verdure crude e pesce. Oggi, con la riscoperta della dieta mediterranea, l’olio di oliva riassume la giusta collocazione sui mercati e in cucina del Ponente ligure (difficile trovarvi una ricetta che non preveda l’uso dell’olio di oliva del posto).

Link utili:

Tutte le altre Ricette tradizionali
I Prodotti tipici locali
I Produttori dove comprare e i Ristoranti dove mangiare


Contenuti gentilmente offerti dalla PROVINCIA DI IMPERIA: si ringrazia per la gentile collaborazione il Dr. Perato della Provincia di Imperia (carica ricoperte al momento della collaborazione).